Nuovo Garmin Montana 700 , le prime impressioni sono più che positive !

Spread the love

Finalmente arriva il pacco e aperto… Taak… prendo in mano il nuovo Garmin Montana 700.

Premetto che da un paio di anni il mio compagno di viaggio è stato il 276 cx, strumento con il quale ho familiarizzato tantissimo grazie soprattutto al suo ampio schermo antiriflesso da 5 pollici.

Il Montana 700 si presenta immediatamente bene anche nel packaging, bella e valorizzante la confezione.

La prima impressione è quella di uno strumento molto ben realizzato con una ergonomia tecnica e molto piacevole ! Le dimensioni sono  ben proporzionate e a differenza del 276 si ha l’impressione di tenere in mano qualcosa che possa sembrare un bel telefono di grandi dimensioni.

Non sottovaluto questo aspetto in quanto una volta sganciato dalla moto non è ingombrante ma si tiene nel palmo della mano con naturalezza.

Una volta acceso un ampio display TFT cap-touch da 5 pollici appaga immediatamente per la sua leggibilità e grazie al fatto che è orientabile permette di essere montato sia in posizione orizzontale che verticale, cosa che con il 276 non era possibile.

Il menù è immediato grazie alle facili icone che risultano immediate e ordinate una volta premuto il tasto opzioni.

Mi ha colpito anche la velocità del software che è praticamente immediato nel scegliere le opzioni di menù.

Altra nota positiva: la cartografia integrata Topo Active Europe è molto esaustiva e dettagliata e negli spostamenti la velocità del software è notevole, grazie alla nuova antenna Quad-Helix che permette di agganciare contemporaneamente i satelliti GPS e Galileo.

Il nuovo Montana 700 integra la innovativa tecnologia satellitare bidirezionale inReach che permette di restare sempre in contatto anche senza copertura telefonica in qualsiasi parte del Globo terrestre: è possibile segnalare in tempo reale la posizione in caso di emergenza inviando un SOS al centro di emergenza internazionale GEOS e inviare messaggi e mail ai propri contatti tramite una tastiera opzionale.

Per poter accedere a questo servizio è necessario sottoscrivere un abbonamento per permettere allo strumento una comunicazione satellitare.

Il Montana 700 si rivela quindi alla altezza delle aspettative facendo un ulteriore balzo in avanti come versatilità dello strumento e facilità di utilizzo.

Il  nuovo Garmin Montana non è compatibile con il supporto del 276 cx e necessita del nuovo e robusto ad hoc per questo strumento che non è compreso nella confezione.

Non vedo l’ora di accendere la moto e partire con il nuovo compagno di viaggio !!!

Mirco Urbinati.